Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 4 Aprile 2003

Figli miei, ecco come sempre, sono vicino a voi. Io vi amo, stasera sono allegra, perché vedo i miei figli che non mi dimenticano, tanta fede è in questi figli qui.
Ecco figli cari benedetti e consacrati col mio cuore di madre e vi voglio benedire dal più profondo, fatemi quella grazia che avevo chiesto da pregare intensamente che vedrete che i vostri fratelli per ritorneranno quelli di una volta. Ci sto mettendo tutto il mio Cuore per schiacciare il dragone, ma riuscirò, lo butterò negli abissi, negli abissi; Gesù vi ama, ecco figli santi, questa figlia che è qui vicino a voi, ha chiesto di soffrire di più e stamattina non potete capirlo cosa gli è successo. Io gli ero vicina, le tenevo la mano e anche le vostre mani figli santi miei adorati, non guardate indietro, guardate avanti e dite sempre e avanti con la fede e umiltà perché l’umiltà fa santo l’uomo, santa la persona e io ce la sto mettendo tutta; se sapeste figli miei, il mio cuore è pieno di gioia per voi, poveri bambini per quelle persone innocenti lì; è un massacro, ecco ripeto sempre le stesse parole non crediate più facile, amatevi gli uni gli altri e obbedite, obbedite al Santo Padre. Voglio spiegarvi che cos’è l’obbedienza, la fede,la preghiera perché non si vince più con altre robe, ma con umiltà, fede e il santo rosario; recitatelo ovunque, andate nelle chiese, riempitele, anche per le strade. Vi prego figli visitate gli ospedali, tutti, gli ammalati hanno bisogno di conforto, di una carezza e un sorriso, e pregate anche per loro e con l’aiuto di Dio Padre e il Re dei Re e il figlio di Davide vostro Padre. Quando siete nelle famiglie vostre, nelle case, mettete un posto a tavola per Gesù, che così è bene accetto. Voi ridete, non c’è da ridere bambini perché Lo ospitate tutta la giornata in casa vostra, lo fate capire che Lui è in voi e potete anche parlarci insieme, non sentite la sua voce ma Lui vi parla nei vostri cuori. Figli santi benedetti, è un momento molto triste ma non bisogna sempre piangere, bisogna sorridere e sperare nella bontà di Dio, perché Dio è grande e con le preghiere vostre ne farà uno –scettro???- e lo porterà nelle grandi battaglie, vinceremo il nemico, quel nemico che serpeggia dappertutto. Amatevi gli uni gli altri come fratelli e sorelle perché lui scapperà via, mi avete capito di chi parlo figli benedetti?. Io vi sto parlando come una mamma, più di una mamma e mi state a cuore. Ecco non dubitate figli miei perché questa bocca che parla non è la sua di questa creatura, è mia, della vostra Mamma, non dubitate figli miei. Beato chi crede e non vede e sarà glorificato nei cieli. Ecco figli santi, figli benedetti, pregate tanto per il Papa e per tutto il Clero e sono una grande confusione anche loro come voi non sanno che via prendere. Pregate, riempite le chiese io questo periodo sono addolorata, figuratevi figli miei il dolore che ho nel cuore di mamma…. Lo pensate?.
Ecco Mamma….aiutami. Figlia.. vieni via con me… e cos’è… è un vulcano, questo vulcano, se scoppierà , non in cattiveria è come il cuore delle persone, scoppierà è il cuore che viene fuori da voi con me, grande fede e lava tutti i peccati. Ma voi mi siete vicino, vi coprirò col mio Sacro Manto, perché siete tutti figli miei e io non faccio distinzione musulmani, atei, e nessuno, siete genitati da Me e Dio Padre. Tutti suoi figli, per me non c’è religione, per me siete figli miei adorati, pensatelo anche voi come fratelli che poi il resto non conta. Amate tutti come amate voi stessi e io vi sarò tanto riconoscente. Vi prego in ginocchio figli, cercate con amore di pregare sempre di più tanti rosari, quanti di più potete farne perché vinceremo; finirà questo tormento, ma ci vuole tanto coraggio da parte vostra e di tutti. Ricordatevi sempre l’Amore, la Fede, e l’umiltà e non dimenticatevi di amare il prossimo come voi. Aiutate i poveri in Spirito, aiutate i bestemmiatori, che non mi fanno tanto male perché hanno messo mio figlio come bersaglio, vostro fratello, e Lui è sempre docile come un agnello, misericordioso; questo dovete capire nelle famiglie, cercate la pace, il rosario, accudite i vecchietti, il papà e la mamma, non buttate nell’??????, che questo Dio lo vuole, è come buttaste voi stessi. Se sapeste figli santi, io sono sempre ovunque e piango anche figli miei, un pianto molto amaro, perché doveva venire questo, perché tante alborie ???, tante ricchezze, l’alta società, grandi tesori e non pensano a quelle povere persone che non hanno neanche da mangiare. Ecco come è fatto il mondo, nessuno lo capisce; fatevi del bene che avrete il Regno dei Cieli e non giudicate perché sarete giudicati, perché è Dio Padre che giudica non voi. State tranquilli anche se vi offendono, se vi calunniano perché saranno giudicati in alto nel Cielo,nel Paradiso, alla corte suprema di Dio Padre. Voi siate sempre gioiosi e coerenti in tutto, perseveranza, umiltà figli, è questo che vuole il Regno di Dio e Dio sarà con voi nelle vostre braccia e la mia Mamma….
GESU’ GESU’ … cosa…. ehh!!! ….la mia mamma dove….. grazie Gesù.. ecco mamma….mamma… mamma….la volevi sapere figlia, Pasqualina… grazie Mamma, Gesù grazie, quanta gioia, lo so ecco tutte le mamme del mondo, che sono nel cielo, accarezzano i vostri figli.
Fallo Gesù fallo…..lo sto facendo….. mamma ciao…..
Ecco figlia mia, hai visto chi ti ho portato, tua mamma, ma io sono la tua Mamma Celeste, l’Immacolata Concezione che vi segue passo per passo col cuore pieno di amore, speranza e fede e tanta gioia e tanta umiltà; vi benedico figli santi col cuore di mamma che soffre per tutti i figli.
(Benedizione in latino)
E la pace sia con voi e con tutti i miei cari. Ciao figli miei ci vediamo il 28; è lungo perché voglio tanto gioire con voi. Ma io vi sarò vicino, sempre, chiamatemi, figli, chiamatemi. Adesso sto passando su di voi col mio manto a darvi l’ultimo saluto. Andate a casa e accarezzate i bambini, dategli un bacio da parte mia, avete capito e portate l’armonia nelle famiglie. Non vi arrabbiate mai figli miei perché arriva l’altro e scompiglia tutto. E’ una mamma che vi raccomanda gioia del mio cuore.
Ciao ciao, preghiera, preghiera figli, tanta preghiera per la Mamma e per l’umanità.
Ciao ciao.

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
     
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO