Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 4 dicembre 2006

“Richiami materni della Mamma Celeste”

Sì figlia, si è aperto il cielo, guarda: ecco, questo è il Paradiso! Vedi gli Angeli? Quanti ce ne sono!! Parla con la tua bocca, Io ti dirò queste parole:
Figli Miei tutti, anche i peccatori che non vogliono conoscere il Mio nome, in questo momento c’è un’attesa nel Paradiso, enorme! Tutto l’universo è in festa perché deve arrivare il Messia; è la tradizione che si rinnova. E’ come fosse adesso, gioite con Me figli Miei, gioite con il Salvatore perché vi porta la gloria, la pace e l’onore di essere figli di Dio anche voi! Ecco, sono la Vergine Maria. Ave, Ave, Ave Maria! Nessuno infanghi il Mio nome Santissimo, quello di Dio Padre e quello del Santo Salvatore, il Cristo Re, che viene al mondo per togliere tutti i peccati del genere umano e per darvi la vita eterna! Accoglietelo con grande amore, pregate in questo tempo d’avvento; pregate figli Miei perché tutte le grazie verranno a voi. Non trascurate la preghiera perché la preghiera vi porta via tutte le cattiverie che avete nel cuore. Fratelli e sorelle, Io vi amo, Io sono nei vostri cuori e anche Gesù, il piccolo Salvatore che viene al mondo. Dio Padre ha steso una strada di luce per condurvi nel cielo. Vedi, figlia Mia, che bellezza?
Sì Mamma! Perché si sono aperte le nubi? Tutte nuvole qui! Le vedono gli altri Mamma?
No, figlia Mia, non possono. Col tempo vedranno il segno che devono vedere. Adesso tu tranquillizzati e riposati! Tu hai il cuore a pezzi. Io ti curerò figlia Mia perché nessuno si prende cura di te, tu sei affaticata come Me e come Mio figlio. Mio figlio è molto sofferente. La nascita del Redentore arriverà con grande amore, onore e luce. Pensiamo alle vostre vite figli Miei. Vedo poche persone nella casa di Dio, la Mia dimora. Riempite sempre di più i balli, le discoteche, i supermercati, spendete tanto denaro! Pensate ai bambini che non hanno da mangiare!!! Tutte le famiglie hanno il superfluo. Pensate voi adesso, pensate! Non mandate i giocattoli ai bambini del terzo mondo (come dite voi), mandate da mangiare, da vestire e per tenerli puliti perché sono come le bestioline, figli sacri benedetti!
Una Mamma come fa il Natale? Tanti addobbi, pietanze, balli e quello che consumate extra? Stringete un po’ figli Miei! Avete cuore? Io vi aiuterò nel fare penitenza e aiuto morale. Attenzione, figli, andate voi a portargli il vitto da mangiare, qualunque esso sia, indispensabile per vivere. Non scartate i giocattoli dalla famiglia, dalla casa e fatte il pacco per portarlo ai bambini! Perché non portate da mangiare e qualche lira per comprarsi da mangiare, per coprirli e far loro un tetto figli Miei? Non vi sto sgridando. Voi siete mamme e papà, stareste male se vedeste i figli nudi. Noi non sappiamo più che cosa fare! Vanno nei paesi dell’est tutti, questo Natale a divertirsi. Poveri Miei figli tutti, figli degeneri. Quei soldi, non spendeteli. Riunitevi per l’amore di Dio Padre che vi aspetta nella Sua reggia e vedrete dopo quante cose avrete, quanta santità vi dà se fate questo. Ecco, quello che dice Mio Figlio Gesù: aiutate il prossimo come se foste voi stessi! Ma che cos’è il prossimo? E’ la persona che ha bisogno di tutto, anche di un sorriso, anche dell’amore vostro, anche di una parola di dolcezza. Questo è il vero Natale! Aiutate i poveri figli perché soldi ce ne sono tanti. Siamo messi alle strette tutti quanti però se voi pregate, siete liberi col cuore. Sorridete dentro di voi e dite:” Dio Mio, sia fatta la Tua volontà” perché Dio nessun figlio ha lasciato digiuno, senza scarpe e senza vestiti, senza tetto sul capo. Attenzione alle cose superflue. Dovete badare dove spendete i soldi. Non sono necessarie tante cose e dopo le buttate via. Ecco, fate l’insegna del Mio Bambino nelle case. Il figlio di Dio, il vostro fratello nasce in una stalla in mezzo alle mucche e agli asini e le pecore. Il Figlio di Dio, fatto uomo, ha preso la povertà, l’uguaglianza dell’uomo e vi ha dimostrato quanto è grande l’amore che ha per voi e voi coglietele queste parole figli e fate la carità. La carità va al primo posto.

Figli Miei benedetti, avvisate i vostri bambini, date loro una parola giusta, non stateli sempre a torturare perché oggi il mondo è cambiato. Dategli consigli come papà, come fratello e come amico e, dopo, raccomandateli a Dio Padre. Dovete dire di andare in chiesa, a confessarsi e prendere il corpo di Mio Figlio, quello dovete dirgli e il resto lo farà Dio Padre, ma facendo le preghiere giuste. Non solo: Padre nostro che sei nei cieli e via, corri in bar oppure di qua e di là. Voi mamme , ….. i figli hanno bisogno di voi, di dolcezza. Dopo lasciateli liberi come ho fatto Io che ho seguito le orme di Dio Padre. Accorrete figli Miei, giovani, accorrete al Signore, venite nella casa di Dio Padre perché nulla vi verrà tolto. Voi siete nella santità e avete la famiglia santa come la vorreste. Non mettetevi insieme senza sposarvi. Occorre il sacramento di Dio. Non peccate, figli Miei! Voi dovete seguire Dio Padre, la santa chiesa, dovete seguire i pastori che predicano la parola del Signore Mio Figlio. Avrete una famiglia santa, in rettitudine, divertimenti, tutto avete, ma con moderazione e con l’amore di Dio. Figli Miei, il Mio parlare è lungo in questo posto. Voi dovete accogliere questa parola e pregate per il Santo Padre. Io personalmente e tutta la corte celeste ringraziamo chi ha pregato per il Santo Padre. Avete evitato una catastrofe. Satana è molto furente. Le preghiere avete visto cosa fanno? Le preghiere sono forti, forti, forti. Pregate per qualunque persona, anche per chi vi odia, molto di più per i peccatori. Pregate per i sacerdoti, figli Miei prediletti perché non sanno dove girarsi. Tante cose mettono in confusione, questo, quell’altro, quell’altro. Aprite bene le orecchie e pregate in chiesa e ovunque siate. Fate cenacoli di preghiera ovunque siate. E qui fate tanti cenacoli di preghiera e vedrete che ce la facciamo. Non dimenticate la chiesa di Dio. Il corpo di Mio figlio vi purificherà e vi porterà quella luce immensa, quella luce che non stacca mai l’interruttore dal vostro cuore, coglietela e fissatela sempre nel vostro cuore. Quando c’è la morte, il corpo resta su questa vita terrena, ma l’anima limpida e soave la riceve Dio Padre. Credete a queste parole, divulgatele queste parole perché nulla di male fate figli Miei! Io vi seguirò passo, passo perché il regno di Dio sulla terra deve restare limpido e sano, come la limpidezza di un bambino appena nato. Adesso, passa Mio Figlio, Gesù Cristo: inginocchiatevi figli perché andrete a casa con grande, grande pace. Lui vi toccherà la testa. Vi benedice fortemente, ecco, chiedete l’amore dei figli e la pace delle famiglie e il resto verrà da solo. Benedizione sono le preghiere che fate perché quelle sono una cosa santa, porteranno in santità tutti. In nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: è tutta la corte celeste che vi benedice e scruta la vostra anima. Pregate intensamente per tutti. Padre, Figlio e Spirito Santo, l’amore vostro e il Mio congiunti, sia sempre nella rettitudine di Dio Padre. Amen, amen. Ciao bambini Miei, a presto! Ciao figli, ciao!

 

 

 

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
     
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO