Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 28 Marzo 2007

Parla Gesù.

Fratelli a Me cari, unitevi al Mio dolore. Il dolore Mio vi da pace e amore, non lasciatemi! Ricordate gli amori, le cose belle di Mio Padre. Vi chiedo una grande gioia, date amore alla Mia Mamma, onoratela sempre perché in questo periodo è molto amareggiata e sofferente. Lei tace, non parla, soffre in silenzio perché conosce i Miei dispiaceri e sofferenze. Porta tutto nel Suo cuore fragile; pieno di spine anche il Suo. Ecco, Io vi chiedo solo la perseveranza in questo periodo, la carità, la pace nei vostri cuori, cosicché le preghiere che fate non sono vane. Pregate figli, pregate per le persone che non vogliono conoscere il Mio nome e il nome di Dio Padre. Nell’apocalisse è tutto scritto. La preghiera fa parte dell’amore di Dio Padre. Lui è semplice nel parlare, è amorevole nel consolare i Suoi figli. Le Mie sofferenze sono molto forti. Io le porterò con tutto il cuore, ma vi prego figli benedetti, il cuore deve essere limpido per Me, per Mia Madre e Dio Padre. Se fate questo Io vi darò tutto quello che chiedete, anche i miracoli avvengono figli! I miracoli avvengono se c’è l’amore nel cuore. La pace è la luce di Dio, ma se voi pregate ma non credete, pregate solo al momento, siete in subbuglio, la vostra mente è confusa, non avete rettitudine nel cuore, non guardate in alto, alla Mia croce che fra poco salirò, ci sono stato e ci sarò sempre per voi fratelli. Quanto amore ho per voi!!! Non amareggiatevi, siate benedetti e limpidi nel parlare, nel dire, nel fare. Ai vostri nemici come voi dite, dategli amore. Pregate per loro, perdonate. Fra non molto Io devo andare alla morte. Ci sono carnefici che torturano pure voi, ma Io ho perdonato con l’amore e anche voi, fratelli perdonate nonostante le sofferenze! Non odiate, fratelli, perché la risurrezione c’è; tornate alla vita nuova, la vita eterna. Perdonate prima voi, sacerdoti, figli Miei, perdonate perché voi rappresentate l’autorità di Dio Padre su questa terra; questa è una terra in perdizione, satana è furente, ma voi dovete pregare perché Io lo stermino. Ce la farò, già l’ho fatto e con la Vergine Maria, nulla e nessuno vi farà del male. Lei calpesterà l’immondo e lo schiaccerà, ma questo è il momento cruciale. Pregate figli, pregate che non avvenga niente di irreparabile perché Io vi amo! Ecco, la Mia croce, quella croce benedetta abbracciatela pure voi, seguitemi con grande amore perché so che mi amate, ma avete sempre un dubbio, avete paura di parlare di Gesù, del Cristo Re. Parlatene, non preoccupatevi perché le persone che ridono di voi, quelle andranno, se non si convertiranno nel fuoco della Geenna, nell’inferno. I Miei figli consacrati! Che cos’è la consacrazione? È dare il cuore a Dio, a Me e alla Vergine Maria!! Ecco è ancora più importante che siate figli santi. Non calunniate, perdonate, portate i peccatori a Me. Io sono molto dolente, ho il cuore che mi si spacca dal dolore per i tanti che non mi seguono. Ecco, nel mondo non c’è più pace! Perché non volete capirlo? Non volete capire l’amore. Qualcuno qui in mezzo, viene solo per giudicare; ecco figlio Mio, attento perché c’è la vita eterna. Fra non molto raggiungerò la città celeste e glorificherò tutti voi. Mio Padre glorifica Me e Io glorifico voi con amore. La Mia Santissima Madre benedetta, glorificata, sarà la mediatrice di tutte le grazie. Voglio la vostra pace, non vi odiate: questa è la preghiera più profonda per Me e andate nella Mia casa, la casa di Dio, pregate con amore, fortificate la fede, prendete il Mio corpo. Portate i bambini in chiesa perché crescano fortificati nell’amore di Dio in una famiglia buona, in una famiglia santa. Ecco, la Sacra Famiglia. Mio padre Giuseppe che mi amava come un figlio e sapeva chi ero, lui ha fatto veramente da padre. Dio Padre lo stima: è il primo santo dell’universo. Giuseppe mi correva dietro! Ecco, voglio che ridiate un po’ perché questa è una tradizione. Ma sono cose serie, sono cose sante le tradizioni: non devono perdere il loro sapore.

Leggete la Bibbia, leggete il vangelo, leggete e non cestinate i messaggi, parola per parola fatela vostra. Io Gesù crocifisso vi devo dare una grande benedizione da portare a tutti i fratelli che incontrate. Le persone devono venire nella Mia casa: Io fortificherò e darò la pace a tutti. Ecco, il vostro Gesù che cammina nel deserto, seguitemi con amore, con grande gioia, fatemi compagnia perché il Mio cuore è trafitto per darvi la vita eterna, perché vi amo e vi do il Mio cuore. Il Mio cuore è vostro! Ridete e piangete con Me perché il mondo deve essere unificato nell’amore di Dio e Io Cristo Re vi salverò da tutte le eresie perché Dio, Padre e Figlio, siamo una sola cosa. Io cammino ancora con voi. Non mi notate, ma fra non molto mi farò conoscere, ve l’ho detto. Siate attenti nel parlare, nel dire e nel fare perché Io i cuori li vedo tutti e vedo tutto quello che fate. Orgoglio, odi, rancori: buttate via tutto perché il nemico non prenda piede nel vostro cuore. Vi ama la Mia Mamma, beneditela! Ecco, adesso sto passando. Tutti in ginocchio, in rispetto di Dio Padre, vi do una benedizione molto forte, sulla spalla destra vi ho appoggiato la mano. Chiedo con amore tutto quello che desiderate perché andiate in pace. Pregate per il Papa. Io vi darò tutto l’amore che vi serve: in nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, la Santissima Trinità in uno vi proteggerà; la Vergine Maria vi starà sempre vicino. Siate benedetti, benedetti e glorificati, amen, amen, amen!

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
     
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO