Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 28 novembre 2007

Parla Gesù.

Ecco, sono qui davanti a voi; sono Gesù, sono la gioia, non dovete avere preoccupazioni. Non preoccupatevi di nulla perché: guardatemi come sono bello! Mi avete fatto bello, giustissimo perché sono il Re, il Re dei cuori, il Re del mondo. Ma sono anche il povero perseguitato da quelli che non vogliono saperne di Me, del Mio nome, del Cristo Re. Ecco, siate felici e benedetti voi Miei discepoli che siete qui a portare avanti il disegno di Mio Padre. Qui verrà una cosa molto grande, non pensate alle avversità. Quelle succedono e succederanno ancora. Andrete davanti a tribunali, invitate alla conversione, ammonite persone e peccatori; ecco, deve succedere questo perché il mondo è tutto ribaltato, non c’è più pace. Io su di voi metto pensieri belli nella vostra testa. Ma non ribaltate tutto, non lo fate, non andate con gli immondi. Tante persone, tanti giovani. A Me sono cari i giovani! Hanno bisogno di incontrare vescovi, sacerdoti per avere benedizioni forti! Benedite questi ragazzi, fratelli Miei sacerdoti!! Voi che avete fatto? Vi ho dato il potere di scacciare via i demoni. Vengono a chiedere l’elemosina le mamme, i papà, le famiglie disastrate. Datevi da fare! Sono in croce ancora di più, perché vedo l’umanità sotterrata dagli immondi. Farò Io, sono il Cristo Re, il Re dei Re, nulla vi farò mancare. Ecco, il Mio Papà, il vostro Papà è misericordioso, è pieno d’amore per voi. Fate le opere giuste figli Miei! Voi sacerdoti pensate anche alla povertà dell’umano, pensate alla povertà della mente dell’umano perché se ne appropria l’immondo. Fate le Mie opere, quelle di Dio Padre, Ecco, sono pochi i Miei figli sacerdoti che comprendono; sono mortificati perché sono pochissimi e questi siano benedetti. Li porterò con Me nella città celeste. Bambini Miei, voi che avete il Cristo e Dio Padre nel cuore e la Mia Mamma, benedite le famiglie, andate negli ospedali, sudate sette camice, Io vi rincuorerò, Io vi porterò in alto, Vi farò santi, prediletti di Dio. Io sono Gesù il Crocifisso e lo sapete quanti crocifissori ci sono ancora? Quanti ne ho e non è finita qui perché vedo tante anime disperse con il cuore e con l’anima, tutte perse. Ma la gioventù non toccatela, no perché mi è cara. Pregate veramente perché Io vi aiuterò, pregate perché la preghiera profonda scaccia via i demoni, le messe nere, tante cose brutte che ci sono in giro. A qualcuno che è qui in mezzo dico: fila dritto! Nel Mio amore, nel Mio cuore, nel cuore di Mia Mamma siete partoriti voi tutti! Ecco, Io e Dio Padre siamo una sola cosa, siamo in voi, nel vostro cuore. Il vostro cuore è il nostro castello. Il Mio e quello di Mio Padre e di Mia Mamma è il vostro regno. Uniamo questi regni, facciamo una cosa solo, tutti pieni di amore! Fratelli, sorelle, amici dispensatevi dalle angherie, buttatele via, fatevi uscire le parole del Mio amore: “ pace a voi figli, pace a voi e lode a Dio nell’alto dei cieli”. Amate la Mia Mamma,. Lei vi ama e ogni giorno piange per i Suoi figli che non credono. Non credono al Suo cuore Immacolato; dovete crederle! Dovete credere perché la Mia Mamma è la Santa Vergine Immacolata e benedetta fra tutte le donne. Voi mamme siate accorte con i figli, non soffocateli, parlategli con amore, con intelligenza, con grande ardore e tutto verrà. Metteteli nelle mani di Dio e di Me. Un grazie fortissimo per quella sposa che mi ha onorato con questo abito meraviglioso; sii benedetta figlia Mia, hai il cuore molto buono, Dio ti ama.. E voi tutti che qui seguite le Mie orme, benedetti per l’eternità. Arriverà l’ora, verrà la Mia Mamma a prendervi e sarete tutti con Me nel paradiso, nella corte celeste. Credete a queste parole, credete che Io sono la Misericordia, la pace, l’umiltà e la perseveranza . Siate limpidi come l’acqua perché la limpidezza di cuore è quella che passa


nella porta stretta per arrivare nella città celeste, nella casa di Dio Padre. Oh figli santi, quanto amore, dolore, sopportate figli Miei; sopportate ancora un po’ perché tutto ha fine e sarete felici e beati. Tranquillizzate questa bambina Mia, ditele che l’amo perché lei ama come Me, ama e non vi deluderà. Quanti progetti nella sua testa. Io l’accontenterò perché è limpida, semplice figlia. Fate capire quanto è grande Dio Padre. Fra non molto avverrà che devo nascere ancora. Come sono triste figli Miei, come sono triste! Lo sapete perché? Perché durante la Mia festa verranno trucidate tante persone. Festeggiate con cuore semplice come quello di Mia Madre. Tutto avverrà nella luce di Dio, guidati dalla luce di Dio che suscita speranza e in quell’amore che non vi abbandonerà. Guardate in alto e Lui vi guarderà e vi benedirà tutti i giorni:
“Padre Mio, benedicimi me, benedici la mia famiglia, i miei amici, i nemici, quelli che non mi amano, i peccatori. Convertili Padre, io ti aiuterò”. Le Mie parole sono di pace e di amore .Vi benedico con una grande benedizione perché vi amo. Adesso passo e vi tocco sulla testa e sulla fronte, vi faccio una croce. Vi benedico con tutto il cuore, state tranquilli: non vi toccherà nessuno: in nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tanta pace figli quanta è la sabbia che c’è sulle spiagge del mondo. Pace a tutti i figli Miei, quelli che mi vogliono e quelli che non mi vogliono. Pregate con il cuore e date amore. Dio è amore. Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome, amen!

 

 

 

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
     
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO