Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 28 Gennaio 2008

Parla Gesù.
Lode a Dio Padre e pace a voi. Ecco Gesù, il Crocifisso; sono qui figli e fratelli con tutta la Mia anima, con tutto il Mio amore e con tutta la Mia gioia da stare insieme a voi ogni momento, ogni minuto, ogni secondo della vostra vita. Perché mi chiamano il Cristo, il Re, il Re dei Re? Perché ho vinto la morte; l’ho vinta per tutti voi, per tutti quelli che non mi credono, mi ripudiano, non vogliono sentire parlare di Dio Padre e della Mia Mamma che è qui davanti. Quanto amore nel Suo cuore, scrutatela bene nel Suo cuore, vedete spine e amore! Chi ci mette le spine? E’ l’uomo! Io camminavo verso il calvario per tutti i Miei fratelli, per salvarli. Adesso più di prima il Mio calvario non è finito; ecco il Re dei Re, arriva sulla croce; la Mia corona da Re sono le spine che mi hanno forato il capo e quelle spine hanno salvato tutta l’umanità! La Mia Mamma sempre con Me, ha sofferto con Me, ha dato sofferenze, amore, pace per Me perché ama Me e ama voi allo stesso modo! Non torturatela la Mia Mamma, baciatele i piedi ogni momento perché Lei vi salverà dal pestifero, da satana. Ecco, salite il calvario con Me. Lei la Vergine, l’Immacolata Concezione verrà festeggiata ancora, verrà scelta ancora per salvare il mondo. Questa figlia sa. Pregate per questo perché la Mia Mamma deve essere adorata. Tutti i Miei fratelli non devono più parlare: “Chi è la Vergine? Chi è la Madonna?”. Fratelli, lo sapete che la Madonna è la Regina, la pace di tutto l’universo? Ho messo tutto nelle Sue mani, tutto. Lei vi fortificherà, vi salverà perché dovete essere salvati ancora, non è finita figli Miei! Il mondo è in perdizione e Io sono Gesù della Misericordia, il Cristo Re, il Cristo che va a morte sulla croce per voi. Pensate alle Mie parole, non mettetemi ancora in croce. Non mi fa male la croce sulle spalle, mi fa male l’uomo che mi tortura con il suo fare, con il suo dio. Il dio suo sapete che cos’è? La perdizione umana! Ascoltate queste parole. Aiutate la persona inerme, ricordatevi che c’è solo un Dio sulla terra e nell’universo, Dio Padre. Ricordatevi che Dio Padre è Mio e vostro e non giudicate le persone qualunque esse siano, anche le più povere e piccole,. Le più piccole del mondo sono le più grandi, ricordatevi fratelli Miei! Quel poveretto che cammina per la strada è incorporato nel Mio viso, voi fate del bene a Me. Quando maltrattate le persone, maltrattate Me Gesù; quando date sorrisi, quando accarezzate una persona, accarezzate Me perché Io sono in voi! Ve l’ho detto, sono in voi, Io vi ho riscattato con il Mio sangue, con la Mia morte, ma non è stato più pesante di adesso. La Mia morte di croce adesso è pesante, ricordate queste parole! Dovete pregare tanto. Cristo vi chiede preghiere per i Miei consacrati perché ci sono tanti che li torturano. Vi chiedo preghiere! Voi siete i Miei discepoli. Tranquillizzatevi, fratelli e sorelle. Siate sempre allerta con la preghiera perché il Padre, vostro e Mio, tutte schiere di angeli vi proteggono ovunque andiate. Vi prego, amate questa Grande Signora, amate la Mia Mamma! E’ viva, non la torturate!!!! Voi tutti che siete in agguato intorno, qui e ovunque. Quando andate in pellegrinaggio, pregate andando e tornando; non mettete le zizzanie nel mondo perché il giudice è Dio, il giudice è Dio e Io sono con Mio Padre perché quello che fa Mio Padre, Io faccio e voi se rispettate Dio, dovete fare le Mie opere, non le opere di satana!!! Questo è un parlare santo; non mettete dubbi, non calunniate nessuno. Vorrei capire tante cose su voi; indurite i cuori: orgoglio, odio, invidia, sono sacrilegi! Ecco, sciogliete i cuori, sciogliete le anime, ammorbiditevi vicino al vostro Gesù, qui davanti. Ovunque andiate Lui è sempre con voi. Andate nella Mia casa, nella casa di Dio, siate rispettosi gli uni e gli altri, non fate calunnie nelle chiese. Andate perché Io sono in mezzo a voi! Muti, sordi, non vedete, ma il cuore deve vedere, il cuore guarda il fratello, rispetta e prega. Non torturate perché torturate Me e la Mia Mamma. Ogni parola detta con cattiveria, la dite a Me Gesù Misericordioso. Prendete esempio da Me, prendete il Mio giogo; Io sono mite e umile di cuore, rilassatevi nel Mio amore e nel Mio cuore e nel cuore Immacolato di Maria, la Mamma del Perdono perché questo è il posto dell’amore e del perdono e delle grandi gioie! Ecco venite con amore, non venite solo per curiosare in questo posto. Vedrete andando avanti!! Oh figli e fratelli Miei! Quando avverrà che mi mettete sulla bocca per mandarmi nel vostro cuore, allora s’aggiusterà il mondo! Quando venite nella Mia casa, prendete il Mio corpo e dite così: “ Signore Gesù, io ho preso il Tuo corpo anche per chi non ti conosce; danne un po’ a tutti, entra nel cuore di tutti!” Io lo farò perché Io sono la santità che vi protegge in tutto. Vi do la pace; adesso passo in mezzo a voi, vi tocco la testa e la spalla; qui in mezzo c’è una bambina che è molto malata, una figlia. Tranquillizzati, il cuore tuo è molto triste; è il cuore che è malato figlia! Ricordati figlia Mia che il perdono è l’amore di Dio, perdona figlia che tutto passerà. Ecco, che gioia toccarvi figli, dite: “Gesù, stringimi a Te!” Io lo farò e perdonate chi vi odia, amate e pregate per loro! Vi benedico, Dio Padre, Io il Figlio e la Vergine, la Mia e vostra Mamma. In nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Siate benedetti. Siate umili, operosi in bene e amanti di Dio, chiedete la luce di Dio ed essa verrà. Pace, pace!
Sono il Gesù della Misericordia. Fra non molto vi darò le direttive, voglio che per tutte le città, con la croce in alto ci sia un corteo di preghiere. In tutte le città, su questa città, ovunque perché fanno i cortei di cattiveria e Io farò il corteo della pace. Io sono Misericordia, dal Mio cuore scaturisce amore e pace. Finiranno le guerre se tutto il popolo si mette in preghiera. Guardano alle poltrone, si bisticciano: “chi sei tu? Io sono meglio di te!” Sono Io il Dio della pace e dell’amore e di tutto ciò che è indispensabile all’uomo. Nessun altro vi darà quello che vi do Io. Il mondo sta andando sempre più in giù, sconfiggiamo satana. Io sono Gesù e vi aiuterò in tutto. Pace, pace, pace!

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
PRECEDENTE
Scarica il testo
SUCCESSIVO
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO