Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 28 Aprile 2008

 

Parla Gesù.

Quanto amore voi avete per Me e per tutti i fratelli! Vi sto addestrando con il Mio cuore, con il Mio amore e con il Santo Spirito. Lo Spirito che mi ha donato Mio Padre. Io lo dono a voi. Correte Gesù vi aspetta, non correte nella perdizione! Non lasciate che l’avversario si impossessi della vostra vita. Io voglio che voi tutti torniate a Me. Vedo che siete molto attivi con la preghiera e con il Mio amore. Non abbandonate il vostro Gesù! Fortificatevi sempre di più, siate limpidi perché il Mio amore è forte e l’amore della Mia Mamma è sempre in voi. Lodatela, veneratela, non abbandonatela. Chiedete grazie con amore e con gioia. Con la preghiera nulla vi farò mancare nelle famiglie. Voi siete cristiani. Dovete essere come Me: miti e umili. Fatelo questo gioco, tutti i giorni e vedrete quanto amore! Anche le persone che vi odiano si faranno da parte perché la forza dello Spirito che avete dentro è quella che vi ha donato il Mio Padre. Nessuno vi toglie queste cose benedette dal vostro cuore, questi fiumi di carità, di pace e d’amore che Lui vi manda. Io e il Padre siamo in voi, se volete. Aprite le porte a Me. Apritemi il cuore e Io entrerò e non uscirò più da voi. Vedo che i frutti stanno maturando: camminate sempre nella rettitudine. Prendete consigli da persone sagge. Siete tutti fratelli Miei, nessuno è scartato perché siete tutti per Me uguali. Io farò di voi dei cristiani modello. Camminate dietro a Me, camminate figli Miei dietro la Mia persona, lo sapete cosa vuol dire? Chiamatemi in tutti i momenti, rilassatevi nel Mio cuore e nel cuore della Mamma. Dolcemente dite: “Gesù, eccomi qua, sono tua figlia, tua sorella, tua amica”. Sono molto contento quando sento chiamarmi: “Gesù, ti amo, Gesù, ti adoro!” Ho i brividi nel Mio cuore, il cuore è pieno di luce e di amore. Vi do raggi di pace che nessuno può darvi. Voi state male, avete tante sofferenze, ma non fate di testa vostra. Chiamate il Buon Gesù. Non potete vedermi ma mi faccio capire e mi faccio sentire in voi; sono in voi, sono sempre vicino a voi. Io piango con voi, Io rido con voi, gioisco con voi. Dite sempre parole belle. Voi volete le belle cose, Io ve le darò! ma dovete essere in Me. Non dovete essere di due padroni. Due padroni! Non potete stare così! Sento dire: “io prego, prego e niente di bello arriva!” Se sapeste quanto c’è di brutto su questa terra, le sofferenze sopra tutto! Poca ce n’è di pace. Ve l’ho detto: due padroni non possono stare insieme! Accostatevi a Me! Ecco, dite come? “Come Gesù?” Prendendo il Mio corpo. Scenderà l’amore divino in voi e nelle vostre famiglie. Genitori, i figli bisogna guidarli con amore, il resto lo faccio Io! Date a Me i vostri figli. Dateli a Dio Padre. Pregate e non dite parole vane perché Io sono vicino a voi specialmente quando soffrite. Il Padre è in Me, Io sono in Lui; se voi credete in Me, credete a Dio Padre. Quale dolcezza ho per voi e per tutti! Un grazie per tutte le cose belle che state facendo. Ecco, un'altra cosa voglio dirvi e lo dovete fare: questo mese è il mese dell’amore di Dio, è il mese di tante cose belle. Fate preghiere assidue nelle chiese, nelle piazze. Qui siete bravi tutti e Io vi santificherò, pregate assidui! Come ci sono i fiori, così devono nascere preghiere perché la Mia Mamma, Dio Padre e tutta la città celeste è qui! Le anime sante del purgatorio per le vostre preghiere le ho portate nel paradiso con Me. Chiedo preghiere e amore perché il mondo, qua, è un passaggio! Beato chi soffre per il Mio nome perché ha la vita eterna. Io non vi lascio, state tranquilli, siete in Me, ma aprite i cuori e amatevi gli uni e gli altri. Camminate sempre dritti e fate sempre le opere belle gridando il Mio nome, il nome di Dio Padre in tutte le piazze. Io sono molto felice di quella processione che avete fatto per Me. E’ stata una rugiada nel Mio cuore. Fatelo spesso in nome di Dio. Si devono vedere i cristiani veri! Anche i sacerdoti devono accogliere queste manifestazioni! Sono i Miei prediletti, i Miei fratelli sacerdoti, Io li amo e guai a chi li tocca, ma li sgrido pure perché quello che dice il sacrificio della messa con il cuore ce ne sono pochi! Svegliatevi sacerdoti tutti perché siete nati da Me! Date un contributo a Dio Padre, contributo di fedeltà, di amore, di pace e di perseveranza. Accogliete i poveri, quelli che nessuno vuole vedere; quelli sono i Miei prediletti. Amate prima quelli che sono indietro,

quelli che si mettono per ultimi. Sapete chi è l’ultimo? Quello che nessuno cura. La grandezza per Me non esiste!! I ricchi non esistono! Esiste la povertà e la nobiltà di spirito. Il cuore a Me! Ecco quello che voglio: umiltà, amore e preghiera! Tutti quanti siete figli prediletti della Vergine Immacolata. Ecco fate tanti fiorellini. Ogni Ave Maria è un fiore che date alla Mia Mamma. Vedrete quante cose belle avrete nella vita: prima la pace e la serenità. Sono Gesù. Vi abbraccio tutti. Vi amo e non vi abbandonerò. Passo in mezzo a voi. Un signore sta male alla spalla. Guarirà, starà bene: abbi fede, tanta fede, e guarirai del tutto! Vi prego, benedetti del Mio cuore. Io sto passando in mezzo a voi. Inchinatevi davanti a Dio. Siate benedetti in nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e anche della Mia Santissima Mamma che vi ama. Lo Spirito scende nei vostri cuori; fatene grande tesoro per voi e per altre anime. Pace, preghiera e amore!

Parla Padre Pio

So Padre Pio, benedetti figli, benedetti dal mio cuore! Pregate per me figliucci, pregate pa a Mammarella e per tutto o mundo, ve prego figli! Ste cose so belle, ma nu me piacciono! Nu posso spiegà, ma voi me capite! Ecco, per me ste cose no me piacciono, a me, me piace a povertà, u tesoro è l’anima e l’amore rinto o core per tutti i figli miei! Vi benedico lo stesso figli miei,! Ecco, pure dopo da morto me stanno a travià o core, ma non lo sanno ca o paradiso non ce sta niente materialismo, c’è tutto oro fino! Sapete che cos’è oro fino? E tutta luce, c’è cuore aperto alla pace e tutto o mundo, o mundo che vo a Mammarella, Gesù, ah che gioia, quante feste che fanno! Fate questo figli Miei: pregate non fate le corse, pregate, pregate vi dico, non correte solo aventi e indietro, non sto dicendo a voi figli, ma avete capito, non posso dire niente perché sto onche…… il mio amore è grande è come quello du Signore e a Mammarella. Beata la Mamma nostra, la Vergine Maria, quando pigliavo l’oro e lo davo ai poveretti e dicevo:
“Mammarella mia, scusa, ma chelli stanno morti de fame!” tutto contento era, avete capito cosa voglio dire? Parole puntate; e cose se fanno per la carità per la carità che tante persone e creature che non stanno messe bone, tutte morte de fame, quante ce ne sono! Non dico qua in Italia, Pure qua c’è tanta disperazione, ma fora du mundo come dite voi, se sapeste figli miei che carneficina che fanno! Tagliano i piezzi, li metto, li portano via, li vendono i figli!!!!!! Avete capito che disperazione? Pensate questo!!!! Te figuri un po’ a Mammarella nostra, oh Gesù Cristo! e Dio Padre quanta sofferenza che hanno perché quelli sono figli nati come voi, ecco e il fratello povero aiuta sempre, ma il ricco non aiuta. Scusate guagliò, v’aggiù fatto na romanzina che no aveva fa, a chi lo dico? Voi siete miei figli spirituali tutti qua per quella cosa bella che avete fatto sabato, vò seguito figli miei!!!! Io vi ho seguiti e vi seguirò sempre, guai a chi vi tocca a tutti quanti! Chilli che venno a chisto posto cà sono tutti santificati perché non fanno altro che dire scemenze a chisto posto. Eh se la vedranno quando vanno all’altro mundo tutti quanti! Chiudete la bocca, cucite a bocca, cucitela, perseveranza, umiltà e non ve fate uscì parole da bocca in cattiveria. Volevo dirvi una cosa, non posso dirla! Fatevi uscire o fiorellino, mettete ai piedi de a Mamma, a Mammarella nostra e Gesù, il caro Figlio di Dio Padre che è il nostro Salvatore è stato il Salvatore nostro, che non vi tormenterà, Lui vi benedirà e vi darà sempre la divinità nel cuore; coglietela figliucci miei! Io son co padre spirituale e tutti voi, fate na carità, siate onesti in voi stessi, siate sempre umili davanti a Dio, mettetevi in ginocchio ovunque vedete Dio e a Mammarella perché stanno facendo tanto per noi; perché se sapeste che mondo che c’è in giro e quante cose. Adesso vi benedico, dovevo dirvelo, v’ò detto e siate tranquilli! Vaggio parlato nu poco, se mi avete capito! Io parlo cussì, ma me capite, me faccio capì io da tutti quanti: in nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, tanta pace scende dintro a questi cuori traviati tutti, tutti. Pensate a pace di Dio che quella arriva, avete capito? E state tranquilli perché avete un protettore molto forte e Dio Padre. Pace figli, pace, pace!!!!

 

 

 

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
PRECEDENTE
Scarica Testo
SUCCESSIVO
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO