Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 28 Settembre 2008

Parla Gesù.

Pace figli e tanto amore! Ecco il vostro Gesù! Sono qui in mezzo a voi con tanta gioia. Quante cose vorrei farvi capire. Io sono stato mortificato, dilaniato, disonorato, con parole molto forti; il Mio cuore era trafitto proprio dalle persone a Me più care. Questo ho passato! Non vi ammonite con piccolezze: oggi il mondo è pieno di cose belle e voi le state vivendo; una volta non c’era niente. Adesso vi lamentate, sapete perché? Perché avete i cuori in altre cose! Non pensate al materialismo, pensate all’anima. Perché l’anima deve essere limpida per andare nel paradiso dove Io vi aspetto. Sto preparando una dimora per tutti se vi amate fra voi e se amate Dio, Cristo e la Vergine Maria, la vostra e Mia Mamma. Siate umili, non pensate a cose superflue, ricordatevi di avere saggezza e perseveranza. Non perdetevi nelle cose vane di questo mondo perché questo mondo è tutto perverso. Voglio portarvi nella direzione giusta. Io parlo, predico in tutti gli angoli della terra, ma verrà il giorno che tutto finirà. Oggi, è questo il tempo per andare in chiesa! E’ la Mia casa, è il Mio corpo, il Mio cuore. Andate e credete che è a posto? No, nella Mia casa bisogna entrarci con il cuore aperto alla preghiera e a Me, Gesù, e alla Mia Santissima Madre e a tutti i fratelli. Non dovete giudicare quando venite nella Mia casa, lasciate tutto fuori la porta, entrate con limpidezza di cuore come l’acqua pura che scorre nel ruscello; limpida, questo voglio Io! Vi santificherò. Io vi dico queste cose perché sono stato crocifisso per voi e questo è ancora in atto! Aiutatemi, aiutate Me, aiutate tutto il paradiso a salvare tutti i figli di Dio. Ecco cosa voglio dirvi. Io perdono tutti, ma dovete fare anche voi sacrifici e sofferenze per gli altri fratelli che sono come voi agli occhi di Mio Padre. Bisogna portarli a Me. La preghiera, l’amore, la tenerezza con i fratelli: il male si combatte con l’amore. Siate forti nello Spirito e abbiate Misericordia per tutti i fratelli che non capiscono, quelli che dicono di non pregare. Dentro al vostro cuore ci deve essere la preghiera per queste persone. Oh fratelli benedetti! Come devo parlarvi? Vi parlo a tu per tu, ma questo sta finendo! Vi ho detto di prendere il vangelo. Fatevi spiegare dai sacerdoti. “Che cosa sono queste parole, padre?” Io dirò loro cosa fare per tutti voi. Quelli che non capiscono sono a Me cari, quelli che non sanno, sono a Me cari perché sono semplici. Avete capito, figli Miei? Vi prego, venite nella Mia casa. Dico sempre queste parole perché questa è la salvezza vostra e di tutto il mondo. Quando siete in chiesa, Io sono sull’altare. Non venite in chiesa e dite: “torno indietro (quanti ce ne sono figli!) perché non c’è il sacerdote che mi piace!” No figli Miei. Quel sacerdote che voi non amate è Mio figlio e fratello. Sono Io che celebro la messa. Il sacerdote sull’altare sono Io, Gesù! Chiedo a voi di prendere il mio corpo sulla lingua. Con la mano mi buttano sulla bocca come un pezzo di pane. Giusto è il pane santo Mio, Io vi ho dato questo, ma oggi è diverso. Dovete fare come fa il sacerdote sull’altare: con gentilezza, con amore mangia il Mio corpo. Ci vuole la Mia pace nelle vostre case. La Mia è la pace che fa stare bene nel corpo, nell’anima, nella mente. Non vi ammonite, pensate a Dio Padre: quante opere belle e sante ha fatto per voi! Il mondo va distruggendosi ma c’è un riparo qui. Voi siete in pochi qui, ma sono molto felice della vostra preghiera. Grazie di cuore dal vostro Gesù! Su questa terra non posso darvi altro, incominciate a pensare per l’anima. Vi manderò lo Spirito dal paradiso. Io vi aspetto a braccia aperte. Siate umili. Recitate il rosario ogni famiglia. Portate la pace nelle famiglie accanto, nelle famiglie dove ci sono ammalati, onorate la Mia Mamma. Adesso vi benedico. Pregate e credete al vangelo! Amatevi e fortificate la fede. La fede si radichi nei vostri cuori. Quella che non si perde mai, quella che si fortifica e resta per l’eternità. Adesso sto passando in mezzo a tutti voi, vi sto benedicendo. Ecco, quel bambino, guarirà, starà bene. Papà e mamma, vi prego, stringetelo da parte Mia sul cuore. Benedetti, venite tutti, c’è posto per tutti nel Mio cuore: in nome di Dio Padre, di Me Gesù il Figlio e dello Spirito Santo. La Mia Mamma vi sta benedicendo con grande amore, ha aperto il Suo manto su di voi. E’ felice e gioiosa. La Mia Misericordia non finisce mai per voi. Pace, pace!
...... una carezza a te bambino, Amen!

 

 

 

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
PRECEDENTE
Scarica testo
SUCESSIVO
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO