Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 4 Agosto 2009
“Richiami materni della Mamma Celeste”

Ecco, ecco figli! Ciao figli Miei, eccomi sono qui vicino a voi. Lode a Dio e pace, figli Miei, a voi tutti con gioia e amore. Sia lode a Dio Padre, in ogni momento. In ogni istante della vostra vita siate benedetti dal Mio cuore! Oggi è doppia festa. In questo momento mi stanno festeggiando anche in altri posti. Oggi è il quattro. Oggi mi festeggia anche una città a Me molto cara. Sono qua, sono la Vergine del Perdono perché a tutti porto il perdono di Dio, figli Miei. Con arroganza non parlate più, siate umili nel cuore e date amore ai fratelli, perdonate figli Miei; questa Mamma ha il cuore trafitto per tutta l’umanità. Non voglio figli che vi mettiate in evidenza per cose superflue. Pensate al Signore Gesù, pregate con amore, digiunate, fate penitenza perché ve lo ripeto: siamo agli ultimi sgoccioli! Pregate tanto per i Miei figli sacerdoti, pregate perché diventino santi. Ci sono dei santi sacerdoti, altri sono allo sbando; non lasciateli! Voi siete i loro figli come siete i figli di Dio, loro vi proteggeranno se fate quello che vi diranno. Non guardate la veste, guardate le parole del cuore che escono dalla loro bocca perché sull’altare rappresentano il Mio Gesù. Io sono loro vicino, tutti consolo e do sapienza e fortezza di spirito perché ne hanno bisogno. Adesso è tempo per i figli consacrati, è tempo di pregare per loro e per la santità delle famiglie, per quelle famiglie che si sono perse nel nulla perché hanno ascoltato la voce dell’altra persona, di satana. E’ la zizzania che viene seminata! Siete tutti in perdizione! Dio Padre è dolce, amabile ma è anche severo figli Miei. Manda Me in tutti i posti. Credete figli Miei! Sono una Mamma dolce, ma anche severa, perdonate i vostri fratelli se vi fanno un torto; non sentite con le orecchie, non guardate con gli occhi: è solo il cuore che conta. Il Mio cuore e quello di Mio Figlio soffrono per voi figli Miei. Vi dico, come Mamma a voi molto cara: ascoltatemi, ascoltatemi, ascoltatemi; non ascoltate l’immondo. Non dite:“Ma! non lo so!” come fate, questo è un peccato mortale! Dite solo: “Fratelli miei, sorelle, non si dice questo. Preghiamo che Dio Padre metta tutto a posto, Lui sa, sia fatta la Sua volontà!” Questo dovete dire! I veri figli di Dio Padre, questo dicono. Non mormorano, non calunniano. Siate perfetti davanti a voi stessi e all’Eterno Padre che vi ha dato la vita, vi da luce e vi ha dato lo Spirito Santo e la sapienza per illuminare tutte le persone che vengono a prendere consiglio da voi, non dite: “non so”. Questo è un peccato. Dite: “Dove c’è la preghiera c’è Dio, pregate e tacete”.
Ecco, questa Mamma è un po’ severa, ma sono anche dolce. Portate i giovani alla conversione, portateli alla preghiera, portateli nella Mia casa, alla santa casa di Dio; allora capiranno e faranno la famiglia perfetta. Appena fatta la Santissima Comunione e Cresima, non vengono più, perché? Perché? Perché non sono addestrati bene da mamme e papà. Per andare a spasso voi, lasciate i figli. No, la santa famiglia. Prima la Santa Comunione, prendendo il corpo di Cristo, la domenica. Anche il lavoro è preghiera. Prima date l’esempio ai figli! Figli benedetti tutti, date l’esempio ai figli, dite da piccoli: “Andate nella casa di Dio, andiamo in chiesa, facciamo prima la preghiera davanti a Gesù, davanti alla Mamma Santa, davanti al Santissimo!” E’ una cosa che vi da la vita, la gioia e vi guarisce l’anima.
Il Santissimo Sacramento, ecco c’è Dio vivo. Non lasciate questo, figli Miei, adoratelo con il vostro cuore perché Lui già ha santificato voi; dategli un contributo di umiltà e fede. Fede profonda viene irradiata su voi stessi. Vi brucia l’anima dalla gioia. Sfruttate la sapienza che vi ha dato Dio, mettetela in atto per fare cose giuste e non cose vane. Non pensate solo al divertimento o a fare quello che volete contro la volontà di Dio. Ma chi è che conosce ancora i Sacramenti? Chi li conosce? Chi è che fa le opere di Dio? Lo sapete che cosa sono le opere di Dio? I dieci comandamenti! Leggeteli tutti i giorni perché siete umani e si pecca. I sacerdoti rappresentano Mio Figlio nella confessione. Raccontate le vostre cose, le cose del vostro corpo e dell’anima; quello che fate voi, non andate a raccontare quello che fanno gli altri. Prendete consigli. Sono la Mamma, sono dietro di voi, quando andate a confessarvi. Quando voi vi affidate a Dio Padre, Gesù è vivo qui e vi accarezza. Ditegli: “Signore Gesù, sia fatta la Tua volontà, Fratello mio, consolami, eccomi sono da Te!” Lui vi ama e vi bacia e vi mette la mano sul cuore, non vi delude. Altri vi deludono, figli Miei, l’avete capito?


Voglio che tutti quanti, tutte le famiglie, piccoli, grandi, poveri, tutti Miei figli e figli di Dio: la domenica dovete venire a prendere i Santissimi Sacramenti. Il corpo di Mio Figlio in chiesa, adoratelo e glorificatelo ogni momento della vostra vita perché Lui vi da tutto. Pensate alla vita eterna e non dite le parole a metà: “Ma dov’è il paradiso? Dove?!” Figli Miei, c’è il paradiso, c’è l’inferno, il purgatorio; anzi vi chiedo una grande cosa. Con delicatezza la Mamma ve lo chiede: pregate per le anime del purgatorio perché ci sono tante anime che le famiglie hanno dimenticato. Non vanno a messa neanche per un suffragio. Neanche una preghiera, un requiem. No, morti, finiti lì; soffrono queste anime!
Figli santi questa Mamma è stata severa, ma sono felice degli addobbi che mi avete fatto. Io sono una Mamma devota a tutti figli. Non abbiate paura vi ho tutti nel Mio grembo. Tutti nel Mio grembo siete! Siate perfetti perché le vostre anime devono venire nel cielo, nella città celeste dove ci sono Io, gli angeli con Dio Padre, con Mio Figlio Gesù e con tutti i santi che vi aspettano e pregano per voi. Figli Miei, festeggiate domani il Mio compleanno. Siate uniti, un cuore solo qui Io voglio, un cuore solo, tutti in perfetta unione d’amore verso gli uni e gli altri, con amore verso Dio, verso il Figlio di Dio.
Fate penitenza, qualche rinuncia per portare avanti il disegno di Dio e per vedere le anime del purgatorio salire in cielo e per scongiurare anche tante catastrofi. Figli Miei benedetti al Mio cuore, sono felice perché in questa città Dio perdona tutti perché verranno da Me. Io sono ovunque, sono qui, sono in tutti gli angoli del mondo. Dio mi ha mandata per chiedervi la preghiera, per unirvi e per stare in sintonia con la santità di Dio. Fate questo figli, preghiere con amore, in silenzio e in comunione con il corpo di Mio Figlio in unione con i fratelli. Quelli che odiano? Voi pregate per loro! Io vi sarò sempre vicino. Io vi amo figli Miei, non lasciate la vostra Mamma, ovunque andiate, pregate per tutti. Sono gioia le preghiere per Dio Padre. Sente le preghiere ed è contento, gioisce e Io insieme a Lui con il Mio Gesù. Quanta gioia Gli date e quanta gioia quando venite nel cielo con Noi! Vi raccomando figli, fra non molto mi portate nella Mia casa, sono tanto felice, ho il cuore (anche Gesù e Dio Padre!) che si spacca dalla gioia. Siate tutti uniti, voglio vedervi tutti con amore nella Mia casa e qui, con tanto e tanto amore. Vi aspetto figli Miei perché siete il Mio amore e siete la pace di Dio! Adesso vi benedico. Grazie del rispetto, Io vi ripagherò centomila volte di più. Vi amo e vi benedico. Ho aperto il Mio manto su tutti voi e anche su questa città che Io amo tanto. In nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, siate benedetti. Tutto il paradiso è con voi, andate avanti con amore, siate veri figli di Dio. Pregate con cuore puro, con preghiera profonda. Pregate, figli, pregate. Ciao figli Miei!


 

 

 

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
PRECEDENTE

Scarica testo

PDF

SUCCESSIVO
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO