Sito con messaggi della Madonna Addolorata del Perdono e di Gesù
Capitello di Cavarzere

 

HOME PAGE

PREMESSA

I MESSAGGI

LE FOTO

STAMPA

LIBRI

IL SITO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cavarzere 28 Maggio 2011

Pace, figli miei, e lode al Padre. Ecco il vostro Gesù, la Misericordia. Prendete le mie sembianze; le mie parole mettetele scritte nel cuore, tutto ciò che vi dico. Quando capirete? Mettete punto fermo su queste parole; scolpitele nel vostro cuore. Siate molto umili, ma nel frattempo gioite: allegria, preghiera, amore, pace sono tutte cose che vengono dal cielo, dal Padre mio e vostro. Io sono qui e in tutti i posti dove vedete una mia immagine; sono per sempre vivo; quando capirete questo? Il mondo sta andando alla rovina, i tempi si sono fatti brevi, ma non dite: “da quanto tempo lo dice!”. Non si può dire: perché, come, quando? Vi tengo nel cuore, l’umanità mi è cara e voi lo sapete perché. Questo mondo è perverso e il Padre mio lo sa; tutti pieni di cattiveria, oggi come ieri, come millenni fa. Anche millenni fa erano come le bestie, non capivano, si ammazzavano come trovate scritto nella Bibbia. Sono vere le parole del vangelo; quando queste parole voi le fate vostre e crederete e praticherete queste parole, allora verrà la pace totale nel mondo intero. Quante cattiverie, ma c’è anche gioia nel mondo quando c’è chi prega e adora Dio e lo ama. Io ho fatto quello che mi ha detto il Padre. Anche voi dite sempre: “Dio, sia fatta la volontà; Gesù, fratello mio e Salvatore, mettimi sante parole nel cuore e sulle labbra perché  le possa portare ad altri fratelli. Perché nessuno vuole accogliermi dentro il suo cuore?”. Voi che siete qui, non vi allontanate da me. Se vi allontanate da me, vi allontanate anche dai vostri figli; vi allontanate dal padre, dalla madre, dagli amici perché non vi conoscerete più gli uni e gli altri. Un indizio vi do: incomincia così la tragedia del mondo, dell’umanità. Io sono qui e vi proteggerò dai lupi. Potete immaginare chi sono i lupi e quello che stanno facendo adesso all’umanità. Ammazzano senza un perché: ancora Caino e Abele. Mettetevi con la mente e il cuore in pace, fate un esame di coscienza. La preghiera che fate la gradisco molto, con l’allegria, non con la rabbia nel cuore. Siate umili, imparate dalla mia umiltà, ma come faccio a darvela se non vi accostate al mio cuore? I primi saranno gli ultimi, gli ultimi saranno i primi nel paradiso, nel cielo. Pregate, il vostro fratello Gesù non vi abbandonerà. Attraverseremo insieme le tragedie del mondo perché Io vincerò come ha vinto l’Eterno Padre su tutte le cose, sui demoni, sulle cattiverie del mondo. Eresie, poteri, lussuria, questo finirà. Giovani, prendete la via del sacerdozio! Non guardate a quello che succede perché satana sta diventando molto furente. Io entrerò nel vostro cuore, non vi lascerò più; fate spazio a me e alla mia dolce Mamma. Io sono lo Sposo e Lei è la Mediatrice del mondo. Corre in tutti gli angoli della terra con perseveranza, amore e gioia per portare le anime in cielo, alla città celeste, per strapparle alla perdizione eterna. Sono contento di questo posto santo, voi pregate e Io vi darò la pace dell’anima e la salute del corpo, vi purificherò con il mio sangue e vi nutrirò con il corpo mio. Quanta dolcezza quando venite a me con grande amore e i miei fratelli sacerdoti vi danno il mio corpo. Amate i miei fratelli sacerdoti, pregate intensamente per loro e non giudicate. Non giudicate nessuno perché la santità è Dio; il giudice è Gesù. Lui giudicherà e saprà consolare, giudicare con amore quello che spetta ognuno. Vi prego, la preghiera, dolcezza e amore dell’Eterno Padre. Riempite le chiese ma non venite solo come abitudine; venite in chiesa con amore, con gioia e fedeltà, amatevi gli uni e gli altri. Vi parlo piano per farvelo capire: amatevi gli uni e gli altri come il Padre mio vi ama e come vi amo io, Gesù. Di fronte a tutte le cattiverie sono stato un agnello, non  parlavo, non mormoravo: ero muto come agnello …Le sofferenze sono molto pesanti, lo so. Io le ho avute più forti di tutti, ma non dite anche voi:“ho una croce in casa?”. Siate felici per questo perché quella croce vi porta a me e alla mia dolce Mamma. Che gioia guardare queste mie pecorelle un po’smarrite, non sanno dove vanno, cosa fanno; poveri giovani! Gioventù, accostatevi ai sacramenti, prendete la via dell’umiltà che è la pace di Dio; prendete la via della luce, la luce che vi irradio Io con il mio cuore e con il cuore della mia dolce Mamma. Quando passate di qui, fermatevi e dite:”Ave Maria!”; Lei è qui, apposta è venuta per confortare i vostri cuori e anch’Io sono qui. Io e Lei siamo un corpo e un’anima!  Pregate, voi che avete la preghiera nel cuore, ve lo chiedo con grande amore, pregate per l’umanità! Non badate agli onori del mondo, pensate solo alla salute dell’anima per prepararvi per il paradiso. Io vi conforterò nella preghiera. Grazie a tutti i miei figli consacrati e fratelli che fanno le opere di Dio Padre. Non giudicate perché sarete anche voi giudicati. Perdonate, non odiate e amatevi gli uni e gli altri. Adesso vi benedico, passo in mezzo a voi con il manto della purificazione. Vi benedico con grande amore. Bambino mio, non sai scegliere: dove devo andare? Vai in seminario, figlio, perché Io ti proteggerò, non preoccuparti perché  sarai felice in futuro. Chiedete e vi darò con amore! In nome di Dio Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. La Santissima Vergine Immacolata e Mediatrice è la mia Mamma e vostra; onoratela, glorificatela; lo merita. Amen! Ciao dal vostro Gesù. Amen!

 

 

 

   

 

Dal 6 Gennaio 2004
webmaster@cavarzeremadonnagesu.it
 
PRECEDENTE

Scarica

PDF

SUCCESSIVO
I LINK
E-MAIL

IL LUOGO